Assistenza Anziani costi e soluzioni

25 gennaio 2013

Assistenza anziani

homepageSoldi, tanta fatica, e intorno le carenze croniche del sistema sottoposto ai tagli continui alla spesa in sanità. È il prezzo dell’assistenza agli anziani pagato dalle famiglie italiane ai tempi della crisi. Le famiglie spendono in un anno circa 8.500 euro per una badante e 3.700 euro per visite, esami o attività riabilitativa a domicilio. Circa 14 mila euro, in media, è invece il costo per la retta in strutture residenziali. Un salasso a cui si aggiunge il peso dell’assistenza tra le mura domestica, denuncia l’ XI Rapporto nazionale sulle politiche della cronicità del Coordinamento nazionale delle Associazioni dei Malati Cronici di Cittadinanzattiva.

UNA SOLA FAMIGLIA – Se c’è un anziano malato cronico in famiglia ad occuparsene, in più di un caso su due, sono gli stessi familiari, affrontando difficoltà crescenti, spese, e spesso perdendo il posto di lavoro. Un fenomeno che riguarda migliaia di persone, visto che in Italia nel 2011 oltre il 50% di chi ha tra i 65 e i 74 anni di età ha almeno una patologia cronica e, di questi, solo il 30% dichiara di essere in buona salute. Il 12,2% degli ultrasessantacinquenni vive uno stato di povertà relativa e il 5,4% di poverta’ assoluta. Ad occuparsi della cura ed assistenza all’anziano malato cronico è, nel 56% dei casi, un solo nucleo familiare e ciascuna famiglia dedica mediamente all’assistenza del familiare anziano oltre 5 ore al giorno.

Circa la metà delle famiglie va incontro a licenziamenti per assistere il familiare malato e anziano.  Si tratta di una situazione ai “limititeleallarmevita beghelli della costituzionalità”, secondo Tonino Aceti, responsabile nazionale del CnAMC di Cittadinanzattiva, che ricorda i “6,8 miliardi di euro di tagli lineari al Fondo Sanitario Nazionale previsti per gli anni 2012-2015 con la Spending Review, ai quali vanno a sommati circa 8 miliardi delle ultime manovre di Tremonti, sino ad arrivare ad un totale di oltre 20 miliardi di euro, senza considerare l’annuncio dell’ulteriore miliardo e 600 milioni di euro tra 2013 e 2014”. A questo si aggiungono, afferma Aceti, “le pesanti restrizioni annunciate in materia di permessi L. 104/92 previste sempre dalla Legge di stabilità”.

(16/10/2012) – Salute Sole 24 Ore.

Da un po’ di tempo ci sono prodotti che aiutano i parenti a stare piùtranquilli anche se distanti da casa dove vive il genitore o il nonno; si tratta di ausili che attraverso la spinta di un bottone da parte di colui che necessita di aiuto chiama i numeri di telefono di parenti e permette pertanto di attivare immediatamente una assistenza.

Il più noto è il Teleallarmevita della Beghelli.

3 Risposte a “Assistenza Anziani costi e soluzioni”

  1. Giacomo Says:

    Perchè non farsi aiutare anche in questo modo? Chiedendo al nostro Comune un servizio di questo tipo??

    http://www.comune.sanpolodenza.re.it/Sezione.jsp?titolo=inaugurato-il-nuovo-fiat-ducato-dellauser-di-san-polo&idSezione=3200

    Reply

  2. Lorena Says:

    Splendida iniziativa. C’era una volta anche il Salvalavita Beghelli che credo funzionasse allo stesso modo. Lo so perché lo regalai alla mia povera nonna. A proposito di aiuto agli altri, vi segnalo un’altra splendida iniziativa:

    http://www.comune.cinisello-balsamo.mi.it/spip.php?article15005

    Reply

Lascia una opinione