Aerosolterapia: quando serve e come funziona

Sinusite, tracheite, bronchite o polmonite. Usare l’aerosol in modo efficace

Sinusite, tracheite, bronchite o polmonite. Usare l’aerosol in modo efficace

Alzi la mano il genitore che alla ripresa della scuola non guarda con timore l’arrivo in casa di influenza, tossee problemi respiratori. Soprattutto quando i figli sono soggetti allergici o soffrono di asma. Non possiamo mettere bambini e ragazzi sotto una campana di vetro, ma possiamo aiutare il loro apparato respiratorio innanzitutto con l’igiene delle vie respiratorie alte: naso e gola insomma. Non dimentichiamo inoltre che il calendario dei pollini ci ricorda ‘presenze scomode’ nell’aria anche in settembre per chi soffra di allergie.

Lavaggi nasali: come e perché

Il primo filtro naturaledel nostro apparato respiratorio è proprio il naso, con la sua conformazione e le sue mucose. Va mantenuto in salute come il resto del corpo, va pulito in modo opportuno, con prodotti adatti che non lo secchino troppo. Le mucose e le cartilagini trattengono infatti pulviscoloe micro particelle che possono danneggiare l’apparato respiratorio profondo o trasportarvi germi e batteri.

Ecco l’importanza di mantenere lavate le cavità nasali. Facciamone una buona abitudine e insegniamola con semplicità ai più piccoli. Un po’ come accade in Nord Europa dove questa pratica è diffusa e insegnata fin da subito.

Aerosolterapia

L’aerosolterapia si esegue con l’omonimo apparecchio per aerosol. Generalmente lo si utilizza con un medicinale, ma non è errato l’uso con sola soluzione salina isotonica o soluzione ipertonica.

Volendo lavorare sulle vie respiratorie alte, cioè naso e gola, ricordiamo di utilizzare l’apparecchio per aerosol con l’apposita forcella nasale! Favorirà la pulizia del naso per chi non ami fare il lavaggio nasale e porterà un beneficio anche a gola e polmoni.

 

 

Promo Vini Giordano