Aerosolterapia: quando serve e come funziona

Sinusite, tracheite, bronchite o polmonite. Usare l’aerosol in modo efficace

Sinusite, tosse, bronchite, polmonite sono affezioni delle vie respiratorie che vengono spesso curate potentemente grazie all’aerosolterapia. Non sempre bisogna ricorrere all’uso dell’aerosol, ma spesso risulta indispensabile. Impariamo a capire quando è importante usarlo.
L’aerosolterapia è infatti fondamentalmente una tecnica per far arrivare –sotto forma di corpuscoli microscopici– le sostanze terapeutiche direttamente alle varie parti del sistema respiratorio ammalate. Bisogna usare l’aerosolterapia secondo le indicazioni del medico, con i medicinali adatti e anche con gli accessori adatti!

Come funziona l’aerosolterapia

Acquistando un apparecchio per aerosolterapia possiamo infatti innanzitutto scegliere tra modelli di aerosol a ultrasuoni e aerosol a pistone, aerosol più agevolmente portatili, ma sempre riceveremo vari accessori in dotazione. I vari accessori di un apparecchio per aerosol aiutano i medicinali ad andare più facilmente nella zona giusta per essere assorbiti dal corpo. Il boccaglio è il più efficace per le vie respiratore basse, la forcella per il naso e la sinusite, la mascherina può essere usata quando non si possa usare il boccaglio, come nell’uso da parte dei bambini.
Le particelle di medicinale vengono sciolte solitamente in acqua isotonica e poi nebulizzate tramite l’apparecchio. L’azione è localizza, mirata e il medicinale dà solitamente pochi effetti collaterali e molti vantaggi.

Come ‘fare l’aerosol’. E a che ora?

Attenzione, poche regole ci aiuteranno a fare l’aerosol in modo semplice e soprattutto più efficace. Verosimilmente ce lo ricorderà il medico: in generale bisogna preferire l’aerosolterapia la mattina prima di iniziare la giornata e la sera, per assicurarsi un sonno più tranquillo.

  • Mettiamo sempre il medicinale nell’ampolla secondo le indicazioni del medico – quasi sempre va aggiunto un diluente e non tutti i farmaci di possono mescolare!
  • Sediamoci con il busto ben eretto, ma anche rilassato
  • Teniamo il nebulizzatore in posizione verticale, non spostiamolo!
  • In caso di sinusiti e otiti, respirare solo col naso e possibilmente trattenere il fiato per qualche secondo
  • In caso di bronchiti e polmoniti, respirare con la bocca

Quando serve l’aerosolterapia

Ma quando davvero non si può fare a meno dell’apparecchio per l’aerosol?Si ricorre all’aerosolterapia quando è necessario:

  • Umidificare le vie aeree – aerosol e lavaggi nasali sono il primo baluardo contro le malattie respiratorie stagionali!
  • Ridurre i broncospasmi del lume bronchiale
  • Somministrare farmaci vaporizzati (cortisonici, mucolitici, antibiotici e antinfiammatori)

Ricordiamo sempre di tenere pulito l’apparecchio e i vari accessori: lavati e asciugati, perché non diventino ricettacolo di germi.

Promo Vini Giordano