Cambio dell’ora legale: consigli per abituare il corpo al cambio

Affaticamento, problemi di umore, per grandi e piccini. Qualche consiglio per non soccombere

Il cambio dell’ora è un problema per molte persone. Due volte l’anno il corpo deve  modificare le abitudini che aveva preso nei mesi precedenti e per alcuni, sia grandi sia bambini, le difficoltà sono maggiori.

Prepariamoci al cambio dell’ora previsto come da tradizione la notte tra l’ultimo sabato e l’ultima domenica di ottobre: si torna all’ora solare, si tirano indietro le lancette di un’ora, si guadagna un’ora di sonno, si perde un’ora di luce.

Il corpo in realtà non ha generalmente grandi difficoltà ad abituarsi, ma alcuni accorgimenti possono aiutarlo.

 

  1. Sveglia del mattino – per almeno 15 giorni anticipiamo di almeno 15 minuti la consueta ora di levata
  2. Pasti – anticipiamo gradatamente l’ora dei pasti.
  3. Alimentazione – è davvero importante mantenere il corpo attivo, ma senza Sì a verdure di stagione, in particolare zucca, cavoli, radicchio rosso e cereali integrali. E tè verde durante il giorno e una tisana rilassante prima di dormire. No a quantità di caffeina maggiori del solito e alcolici la sera.
  4. Attività fisica – è indispensabile non intorpidire il corpo già in autunno o faticheremo a mantenere i buoni propositi di sport, palestra, home fitness nel cuore dell’inverno.
  5. Attività e passeggiate all’aria aperta – le attività all’aria aperta, soprattutto approfittando delle giornate di sole che ancora avremo, sono importanti per tonificare il corpo e l’umore.
  6. Integratori alimentari – aiutiamoci con integratori alimentari quando il nostro fisico da solo non ce la fa e chiede soccorso. Gli integratori a base di melatonina sono i più indicati per aiutarci a ritrovare l’equilibrio del sonno

Bambini e ora solare: quali effetti, quali aiuti

Anche i bambini possono risentire delle regole imposte dal cambio dell’ora. E come noi possono essere irritabili, vivere male il cambio sonno-veglia, essere stanchi e inappetenti.

L’ideale sarebbe abituarli a graduali cambi di orario con qualche giorno di anticipo. Idem per i pasti: i bambini faticano più degli adulti a cambiare abitudini in modo repentino. Aiutiamoli gradualmente ad anticipare la sveglia del mattino e l’andare a dormire la sera. Cerchiamo tuttavia di assecondare il più possibile i ritmi sonno-veglia quando davvero molto piccoli.

 

Promo Vini Giordano