Il miglior rimedio per le scottature solari

Dopo un lungo inverno in cui i pochi raggi solari che riusciamo a prendere sono molto deboli, ecco che arriviamo in primavera, o ancora peggio in estate, con il rischio di scottarci. La nostra pelle non è pronta a sottoporsi per periodi così prolungati ai raggi solari che, ora, a causa dell’inquinamento e del buco nell’ozono sono ancora più forti e aggressivi. Il rischio per molti di noi, ma soprattutto per i fototipi I e II che hanno la pelle molto chiara, è quello di scottarsi subito dopo le prime esposizioni al sole. Il problema è che quando compaiono i primi segni di arrossamento significa che è già stata superata la soglia di tolleranza massima di raggi UV. Inoltre, le ripetute scottature prese in età infantile vanno a danneggiare parte del patrimonio genetico delle cellule epiteliali che viene riparato solo in parte. Le conseguenze, purtroppo, non si vedono subito ma a distanza di molti anni provocando il tumore della pelle che si presenta sotto diverse forme tra cui il melanoma, quella più pericolosa e aggressiva in quanto può dare metastasi.

Come prevenire le scottature quindi?

Sicuramente il primo consiglio è quello di esporsi gradualmente ai raggi solari, iniziando in primavera con pochi minuti al giorno in modo da preparare la pelle all’estate, in cui facilmente verrà esposta al sole anche tutto il giorno. Secondo consiglio, utilizzare creme solari appropriate in base alla tipologia della propria pelle. I fototipi più chiari dovranno sicuramente utilizzare una protezione molto alta (50+), mentre i fototipi con pelle scura possono utilizzare creme meno schermanti.

Anche l’alimentazione gioca un ruolo molto importante ovviamente! Il betacarotene, presente anche in molte creme solari, ad esempio, è un pigmento vegetale appartenente alla famiglia dei carotenoidi che ha una forte azione antiossidante ed è in grado di ridurre la sensibilità della pelle quando viene esposta a lungo ai raggi solari, prevendo le scottature solari. In quali alimenti possiamo trovarlo? In tutti quelli che presentano un colore rosso-arancio, quindi via libera a carote, pomodori, albicocche, peperoni, patate dolci, ma anche cereali integrali, verdure a foglia, spinaci e zucca già a partire dalla stagione invernale.

 

 

 

Promo Vini Giordano