Invalidità, assegno sociale: cosa cambia dal 1° gennaio

Nuovi requisiti per il diritto all’assegno sociale. Innalzato a 67 anni il limite per gli invalidi civili

Novità in vista per il conseguimento dell’assegno sociale sostitutivo della pensione d’inabilità civile. Sono state annunciate a inizio dicembre e saranno effettive dal 1° gennaio. Coinvolgono circa 4,5 milioni di italiani. Vediamo le principali novità:

✓ i requisiti anagrafici

✓ le prestazioni interessate

✓ la pensione dai 18 ai 67

Requisiti anagrafici

L’innalzamento dei requisiti anagrafici è un adeguamento che viene fatto ogni 3 anni a norma della Legge n. 122 del 30 luglio 2010. In base alla aspettativa di vita –che è in lento ma progressivo aumento– viene innalzato il limite: il requisito dei 65 anni e 7 mesi stabilito nel 2016 è stato, così, innalzato a 66 anni e 7 mesi nel 2018 e di ulteriori 5 mesi a partire dal 1° gennaio 2019.

È sottinteso che al compimento del 67esimo anno di età la pensione, o assegno mensile di invalidità civile parziale o totale, si trasforma automaticamente in assegno sociale.

Quali prestazioni

Ad essere interessate sono precise categorie di prestazioni:
assegno sociale
assegno sociale sostitutivo della pensione d’inabilità civile
assegno mensile di assistenza agli invalidi parziali
assegno sociale sostitutivo della pensione non reversibile ai sordi  

Attenzione, non si trasformano in assegno sociale alcune tipologie di indennità:
– indennità di accompagnamento
– pensione dei ciechi assoluti
– pensione dei ciechi parziali                           
– indennità speciale dei ciechi parziali

Dai 18 ai 67 anni, cosa accade
Dal 1° gennaio 2019, per effetto dell’innalzamento del requisito anagrafico a 67 anni, l’assegno mensile di assistenza agli invalidi parziali, la pensione di inabilità civile e la pensione non reversibile ai sordi saranno concesse a chi abbia compiuto 18 anni e fino al compimento dei 67.

S’intende che devono essere riconosciuti i requisiti sanitari e le varie condizioni socio-economiche previste dalla legge.

 

Promo Vini Giordano