Papà ti voglio bene, voglio trattarti bene.

Ortopedia e fitness: a ciascun papà la sua attenzione
Disabili e Anziani: piccole soluzioni a portata di mano

Come prendersi cura di un papà di ogni età: stare, osservare, agire

Volere bene significa volere il bene di una persona, trascorrere del tempo insieme certo, ma soprattutto del tempo di qualità: ascoltare e osservare per capire come sta davvero, al di là di quello che può dire, voler provvedere al suo benessere. Sì, anche con dei regali adatti affinché abbia cura di sé. A volte basta poco, sembra intuitivo, ma solo osservando possiamo capire i bisogni di qualcuno.

Disabili e Anziani: piccole soluzioni a portata di mano

Chi ha dei famigliari anziani o ammalati lo intende anche più fortemente: prendersi cura significa alleggerire le fatiche e le difficoltà, aiutare ad superarle o a vederle non insormontabili.  Un ausilio antidecubito può usurarsi o può cambiare la necessità, perché è subentrato un problema o perché si sta risolvendo; può servire un cuscino antidecubito differente o una scarpa ergonomica più adatta, o una gomitiera in silicone che faccia da seconda pelle.
Oppure possiamo notare una incertezza nelle gambe e vogliamo dotare il bagno di maniglie anche se il nostro papà simula di non averne bisogno. Così come, se anziano e solo, potrebbe avere bisogno di sentirsi più vicino a noi grazie a nuovi apparecchi tecnologici.

Ortopedia e fitness: a ciascun papà la sua attenzione

Ad ogni età un padre dissimulerà un bisogno, per non impensierire i figli o perché ha molti impegni. Un po’ di attenzione bisogna invitarlo a darla anche a se stesso. Quando siamo con lui osserviamo i suoi movimenti, anche le piccole smorfie di dolore o insofferenza.
Ci sono oggi, per esempio, molti dispositivi elastici che aiutano gli arti inferiori a faticare meno ed essere più stabili, sia nel quotidiano sia nello sport. Anche le gambe maschili richiedono attenzione, e anche in età giovanile: una crema per massaggio sportivo  è una buona abitudine che aiuta a decontratturare i muscoli dopo l’attività fisica; e l’utilizzo di calze compressive è un beneficio preventivo per chi svolge lavori che obbligano a stare molte ore in piedi o molto seduti.

Casa comoda, riposo e alimentazione controllata

Osserviamo nostro padre quindi e immedesimiamoci nei suoi movimenti più semplici. Può non essere banale aiutarlo con un predellino due scalini per raggiungere più facilmente oggetti risposti un po’ in alto, per esempio. O con un termoforo cervicale, un materasso scaldaletto o un cuscino gonfiabile da viaggio che al bisogno venga in soccorso delle articolazioni.

Un occhio particolare dobbiamo averlo alla sua alimentazione, magari frettolosa o approssimativa, a seconda dell’età. Se un figlio fornisce al padre degli integratori per controllare il colesterolo o aiutare la salute della prostata o per sostenere la salute degli occhi, un padre non potrà che essere grato e difficilmente non seguirà i consigli del figlio!

Promo Vini Giordano