Prima colazione. Quante calorie è bene assumere

Un pasto importante, molte le soluzioni per non trascurarlo

Quante volte abbiamo sentito parlare dell’importanza della prima colazione, del fatto di non trascurarla perché mette realmente in moto il nostro organismo e lo orienta nella giornata. Non a tutti piace però farla e non sempre sappiamo cosa mangiare per dare il giusto apporto di calorie, non appesantirci, e fare anche in fretta.

Attenzione ai falsi miti e agli ingredienti
La prima colazione viene evitata dal 2% degli italiani e viene il 14% pensa sarebbe meglio evitarla per perdere peso. In realtà, in qualunque età, dovremmo assumere a colazione almeno 200-300 calorie, pari 15-20% dell’apporto della giornata e dovremmo riuscire già a ingerire zuccheri, fibre e vitamine – proprio per dare immediato carburante al corpo.
Sfatiamo il mito del maggior apporto calorico del pane rispetto a fette biscottate e biscotti, e preferiamole comunque –insieme a gallette specifiche– in caso di piccole o grandi intolleranze alimentari e in diete ipocaloriche, quando sia ben indicato l’apporto di calorie.  

Frutta e succhi, budini e farine per integrare diete e necessità particolari
La frutta è l’alimento che non dovrebbe mai mancare a colazione: apporta, fibre, zuccheri e vitamine in quantità adatta al corpo di piccoli, adulti e anziani; disseta; e sazia. Ognuno ha inoltre preferenze circa bevande, succhi, yogurt, cereali o biscotti per accompagnare.
Non di rado a colazione è necessario integrare il pasto con alimenti che supportino il nostro fisico o quello di bambini e anziani con budini o farine specifiche che siano privi di alcuni elementi –per esempio glutine o lattosio– e ricchi di altri, come minerali e vitamine.